0429.603233 info@coopservices.it

Azione 1.3.11 Interventi a sostegno delle imprese culturali, creative e dell’audiovisivo

Sub A “Consolidamento di imprese esistenti”

Bando imprese culturali e creative

Finalità del Bando

Il bando è dedicato alle imprese culturali e creative che presentano questi codici ATECO

Interventi ammissibili

Sono ammissibili i progetti volti a introdurre innovazioni rispetto al prodotto/servizio offerto dall’impresa e/o ad innovare i modelli di business e organizzativi di quest’ultima per rispondere alle sfide del mercato e sostenere il vantaggio competitivo dell’impresa anche rispetto alla transizione green e digitale. Sono pertanto finanziabili innovazioni tecnologiche di prodotto o di processo, processi di ammodernamento di attrezzature tecnologiche, di impianti e di infrastrutture.

Le proposte progettuali devono evidenziare la sinergia con le azioni interregionali, transfrontaliere, transnazionali.
Il progetto ammesso all’agevolazione deve essere concluso e operativo entro il 30/09/2024.
L’intervento si considera concluso e operativo quando:

  • le attività sono state effettivamente realizzate;
  • le spese sono state sostenute;
  • ha raggiunto l’obiettivo per cui è stato ammesso a finanziamento;
  • è stata inviata la domanda di saldo.

Spese ammissibili

1. La spesa del progetto deve essere compresa tra euro 15.000,00 ed euro 285.000,00.
2. Sono ammissibili le spese relative all’acquisto, o l’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni materiali e immateriali, consulenze specialistiche, personale e spese generali come dettagliate nella tabella che segue. Per le operazioni di leasing finanziario sono ammissibili solo i canoni sostenuti nel periodo di eleggibilità della spesa. Il bene oggetto del contratto di locazione finanziaria, inoltre, deve rimanere nella disponibilità del soggetto beneficiario utilizzatore almeno per i tre anni successivi alla data di erogazione del contributo.
Per tutte le singole voci di spesa inserite nelle categorie a), e b), di valore superiore a euro 5.000,00 (cinquemila/00) è necessario allegare, in fase di presentazione della domanda di sostegno, almeno un preventivo.

CATEGORIA DI SPESA VOCI DI SPESA
Acquisto di beni materiali e immateriali
  1. Acquisto di hardware comprensivo dei software di base, strumentazione tecnica e attrezzature e arredi nuovi di fabbrica funzionali alla realizzazione del progetto proposto; sono comprese anche le relative spese di trasporto e installazione presso l’unità operativa in cui si realizza il progetto.
  2. Programmi informatici.
    Non sono ammesse le spese per i servizi di manutenzione, aggiornamento o di assistenza del software. 
Consulze specialistiche
  1. Servizi a supporto delle attività di comunicazione, della logistica, del marketing, della contrattualistica, gestione interna ed esterna (utenti, fornitori, progettisti, rivenditori, ecc.), gestione degli acquisti e dei rapporti con i fornitori da parte dell’impresa
  2. Servizi a supporto della creazione di programmi culturali volti all’audience development, alle iniziative di tutela e promozione del patrimonio culturale tangibile e intangibile, alla sensibilizzazione del pubblico sull’importanza delle arti e della diversità delle espressioni culturali.
  3. Servizi di consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirati a specifici progetti unitari di sviluppo aziendale che prevedono la figura del Temporary Manager o di servizi specialistici analoghi e funzionali al progetto proposto.
Spese di personale Spese dirette relative al personale impegnato nel progetto. Rientrano in questa voce i costi relativi al personale dipendente dell’impresa e sono inclusi il titolare/soci assegnati alla realizzazione di attività riferite al progetto, in conformità con la proposta progettuale.
Spese generali Tasso forfettario al 7% sulla somma delle voci a), b, c).

Forma, soglie ed intensità del sostegno

Il valore degli interventi, con riferimento alle spese ritenute ammissibili dal presente bando, dovrà essere compreso tra un minimo di euro 15.000,00 ed un massimo di euro 285.000,00

  • l’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 70 % della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto ed è concessa nel limite massimo di Euro 199.500,00 (centonovantanovemilaecinquecento/00).
  • non sono ammesse le domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a Euro 15.000,00 (quindicimila/00).

Il sostegno è concesso ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis” n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.

 

Termini e modalità di presentazione della domanda

La domanda potrà quindi essere presentata a partire dalle ore 10.00 di giovedì 6 aprile 2023 fino alle ore 17.00 di martedì 6 giugno 2023.

Compila il form seguente per ricevere maggiori informazioni:

 

Contattaci - Informazioni

Autorizzazione al Trattamento dei Dati Personali* - Vedi Privacy Policy

4 + 2 =