controllo di gestione padova

Controllore di gestione e contabilità analitica

Chi è?

Il Controller o Responsabile del controllo di gestione e contabilità analitica predispone il sistema della contabilità analitica d’impresa, gestendo le attività di rilevazione-registrazione dei dati relativi ai costi, predisponendo report periodici. Si occupa inoltre di realizzare il budget aziendale ed analizzare gli scostamenti anche da un punto di vista economico finanziario.

Cosa fa il controller o responsabile del controllo di gestione?

La figura si inserisce nell’area amministrativa di imprese di qualsiasi dimensione.
Si occupa soprattutto di:

  • Analizzare la contabilità analitica:
  • Stendere il rapporto di gestione;
  • Analizzare documenti e relazioni;
  • Analizzare e controllare l’andamento economico finanziario.

Il tutto attraverso interpretazioni e valutazioni sull’attività aziendale predisponendo report di gestione, relazioni, documenti, rapporti periodici che esaminano e informano sullo stato e sull’andamento economico- finanziario dell’impresa.

La presenza di una figura che si occupi della contabilità analitica e controllo di gestione, è ormai diffusa sia nelle imprese industriali che in quelle di servizi (in particolare negli studi di commercialisti e di consulenza).
Nelle imprese di grandi dimensioni il controller opera riportando direttamente al direttore amministrazione, finanza e controllo o in alcuni casi direttamente al direttore generale o amministratore delegato.

In sintesi, il Controller è responsabile di tutte quelle attività specifiche che permettono di mantenere costante il monitoraggio della “performance”  dell’azienda; fornendo tutti gli elementi necessari per prendere decisioni su eventuali strategie correttive.

Quali competenze deve avere il controllore di gestione?

Il Controller deve necessariamente conoscere:

  • Natura, funzione e sistema delle imprese;
  • Strutture e processi relativi all’organizzazione aziendale;
  • Metodi per effettuare le rilevazioni contabili e per redarre ed analizzare il bilancio;
  • Tecniche per la rilevazione del fabbisogno finanziario;
  • Tecniche di previsione, di controllo e di reporting.

Che cosa bisogna studiare per diventare controller?

Il Controller generalmente è diplomato o laureato in discipline economiche (economia aziendale, economia e commercio, ragioneria), tuttavia anche un buon curriculum può non essere sufficiente per ricoprire il ruolo.
Infatti per molte realtà è importante che il controller abbia precedenti esperienze lavorative, accompagnate da un continuo aggiornamento professionale sui nuovi sistemi per il controllo di gestione.

Trend occupazionale del controllo di gestione

La richiesta di Controller da parte delle aziende è crescente, soprattutto perché di difficile reperibilità, a causa delle sue competenze tecniche.

Se vuoi specializzarti in questo settore consulta i corsi disponibili qui