0429.603233 info@coopservices.it

Obiettivo Specifico 1.3 “Rafforzare la crescita sostenibile e la
competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi (FESR)”


Azione 1.3.11 Interventi a sostegno delle imprese culturali,
creative e dell’audiovisivo – Sub C “Produzione audiovisiva”

 

Bando per il consolidamento (1)

Soggetti ammissibili

Possono presentare domanda di sostegno le imprese che realizzano investimenti per la produzione di opere audiovisive e che sono in possesso dei requisiti indicati di seguito:

  • Status di PMI: Sono ammesse le micro, piccole e medie imprese (PMI) così definite dall’allegato I del Regolamento UE n. 651/2014 del 17 giugno 2014
  • Ambiti di attività economiche ammissibili: L’impresa richiedente deve svolgere un’attività economica contraddistinta dal codice ATECO, primario o secondario, J 59.11 (Classificazione ISTAT ATECO 2007), oppure dal Codice NACE J 11.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili ad agevolazione le opere audiovisive afferenti alle tipologie di produzione sotto indicate realizzate in tutto o in parte in Veneto:

Tipologia A

  •  lungometraggi di finzione con una durata minima di 52 minuti, destinati allo sfruttamento cinematografico e/o televisivo (anche VoD e SVoD);
  • serialità (finzione, documentaria, docufiction) con una durata complessiva minima di 90 minuti destinati allo sfruttamento cinematografico e/o televisivo (anche VoD e SVoD);
  • animazione: lungometraggi e serialità di animazione con una durata minima di 30 minuti, a principale sfruttamento cinematografico e opere di animazione con una durata complessiva minima di 30 minuti destinate principalmente alla trasmissione televisiva (anche VoD e SVoD);

Tipologia B

  • doc: documentari con una durata minima di 30 minuti;
  • short: cortometraggi di finzione, animazione e live action con una durata massima di 30 minuti;
  • XR (Realtà Estesa): VR (Virtual reality), AR (Augmented Reality), MR (Mixed Reality).

Spese ammissibili

  1. Ai fini del calcolo del contributo vengono considerate ammissibili le spese per:
CATEGORIA DI SPESA LIMITE MASSIMO/MINIMO DI SPESA
a) Maestranze: personale tecnico e personale artistico del settore audiovisivo, dipendente a tempo
determinato o indeterminato residente in Veneto, calcolati tramite Costi Standard Orari del Personale Dipendente (CSU);
Per le categorie a) e b) (unitamente considerate) sono ammissibili spese sostenute per attività realizzate fuori dal Veneto, fino ad un massimo del 25% delle spese complessivamente ammesse nelle medesime categorie a) + b)
b) Prestazioni effettuate da professionisti del settore audiovisivo, personale tecnico e artistico, e la fornitura di servizi direttamente connessi con il piano di produzione, da parte di soggetti residenti o aventi sede operativa in Veneto titolari di partita IVA; Per le categorie a) e b) (unitamente considerate) sono ammissibili spese sostenute per attività realizzate fuori dal Veneto, fino ad un massimo del 25% delle spese complessivamente ammesse nelle medesime categorie a) + b);
c) Noleggio di beni da parte di soggetti residenti o aventi sede operativa in Veneto e affitto di teatri e location, afferenti in via esclusiva al progetto, localizzate in Veneto; Saranno ammissibili solo le spese effettuate nel periodo indicato nel piano di produzione (preparazione, produzione e postproduzione) e comunque successive alla domanda di sostegno.
d) spese ricettive alberghiere per le maestranze e le figure professionali residenti in Veneto e non residenti in Veneto, nel limite massimo del 25% delle spese complessivamente ammesse nelle categorie a) + b) + c) entro il
limite massimo di Euro 150.000,00 di spesa ammessa.
Saranno ammissibili solo le spese riguardanti le maestranze e le figure professionali previste nel
piano di produzione, per i giorni di lavoro in Veneto indicati dal piano di produzione.

Forma, soglie ed intensità del sostegno

  • Il contributo di cui al precedente comma 1 è determinato:
    in ragione di una percentuale del 30% della spesa ammessa a contributo, entro il limite di Euro 300.000,00 nel caso di interventi afferenti alla tipologia A “lungometraggi di finzione, serialità (finzione, documentaria, docufiction) e animazione”;
  • in ragione di una percentuale del 60% della spesa ammessa a contributo, entro il limite massimo di Euro 50.000,00 nel caso di interventi afferenti alla tipologia B “doc, short e XR”.

Termini e modalità di presentazione della domanda

Seconda apertura dalle ore 10.00 del 3 ottobre 2023 Alle ore 17.00 del 14 novembre 2023

Contattaci - Informazioni

Autorizzazione al Trattamento dei Dati Personali* - Vedi Privacy Policy

2 + 12 =